Forum FALLIMENTI - ATTIVO E CONTABILITÀ

Contratto di fitto/indennità di occupazione temporaneo di locali di proprietà del fallimento

  • Gianluca Marini

    Pescara
    21/05/2020 19:47

    Contratto di fitto/indennità di occupazione temporaneo di locali di proprietà del fallimento

    Buonasera,
    avrei piacere di avere una vostra opinione in merito al seguente quesito:
    Un Fallimento ha riscosso finora mensilmente l'affitto di locali commerciali da una Compagnia assicurativa, in virtù di un contratto in essere anteriormente alla sentenza dichiarativa di fallimento.
    Sull'immobile pende anche una procedura esecutiva immobiliare anch'essa precedente il fallimento tutt'ora attiva.
    La compagnia assicurativa ha disdetto il contratto di affitto a partire dal 1° luglio, per un cambio di accordi con l'agente mandatario che dovrà sostenere i costi dei locali in cui svolgerà l'attività (qualsiasi essi siano ).
    Su proposta fatta dall'agente mandatario e girata poi dal curatore, il G.D. ha deliberato di accogliere l'istanza ed ha autorizzato il curatore a permettere all'agente mandatario di rimanere nei locali di cui sopra, pagando un fitto/indennità di occupazione fino a vendita avvenuta dell'immobile.
    Il quesito è: come va gestita giuridicamente e fiscalmente l'occupazione dei locali ed il pagamento della mensilità?
    Va redatto un nuovo contratto di locazione temporanea, sottosposto a registrazione, ovviamente con fatturazione mensile ed eventuale richiesta di mensilità a titolo di caparra oppure considerarla una semplice indennità di occupazione (sempre a termine), stipulare una scrittura privata oltre a fatturazione mensile?
    Vi ringrazio anticipatamente per la collaborazione
    • Stefano Andreani - Firenze
      Luca Corvi - Como

      29/05/2020 10:24

      RE: Contratto di fitto/indennità di occupazione temporaneo di locali di proprietà del fallimento

      Certamente dovrà essere risolto il vecchio contratto e ne dovrà essere stipulato uno nuovo con l'agente mandatario.

      Il nuovo contratto dovrà essere sottoposto a registrazione nei termini e con il pagamento delle imposte ordinarie.

      In più, anche se con la stipula e registrazione del nuovo contratto ciò viene comunque portato a conoscenza dell'Amministrazione Finanziaria, dovrà essere comunicata all'Agenzia delle Entrate la risoluzione del contratto precedente, corrispondendo la relativa imposta fissa (67 euro).
      • Gianluca Marini

        Pescara
        29/05/2020 10:57

        RE: RE: Contratto di fitto/indennità di occupazione temporaneo di locali di proprietà del fallimento

        Grazie.
        Il dubbio è se è possible stipulare un contratto di locazione vero e proprio senza scadenza determinata ( ma piuttosto con scadenza sottoposta a condizione risolutiva dell'aggiudicazione dell'immobile), la cui fattispecie non sono sicuro corrisponda all'art. 1574 c.c. o se potesse essere il caso di stipulare una scrittura privata che parli di indennità di occupazione da pagarsi mensilmente con l'obbligo di rilascio dell'immobile all'aggiudicazione. Magari registrando comunque .
        • Stefano Andreani - Firenze
          Luca Corvi - Como

          29/05/2020 12:07

          RE: RE: RE: Contratto di fitto/indennità di occupazione temporaneo di locali di proprietà del fallimento

          Non comprendiamo perché non si voglia stipulare un contratto di locazione a scadenza determinata, con facoltà di recesso da parte della procedura, con un preavviso tale da poterlo comunque porre in vendita libero.

          Ci sta sfuggendo qualcosa?
          • Gianluca Marini

            Pescara
            29/05/2020 16:25

            RE: RE: RE: RE: Contratto di fitto/indennità di occupazione temporaneo di locali di proprietà del fallimento

            Non credo che vi sfugga qualcosa, semplicemente la procedura esecutiva è ad uno stato tale che la prossima vendita (al netto delle sospensioni attualmente in vigore per l'emergenza Covid 19) potrebbe essere già quella definitiva e, ricordando che la condizione risolutiva dovrebbe essere l'aggiudicazione dell'immobile, mi chiedevo se valesse la pena stipulare un contratto vero e proprio avendo termini sì incerti, ma relativamente brevi.
            Grazie per la collaborazione