Forum FALLIMENTI - ATTIVO E CONTABILITà

cessione immobile di proprietà al 50% del soggetto fallito

  • Matteo Matta

    cagliari
    26/03/2021 12:56

    cessione immobile di proprietà al 50% del soggetto fallito

    Nel caso di fallimento della persona fisica proprietaria del 50% della casa di abitazione con la propria compagna, qualora la compagna stia regolarmente pagando il mutuo per entrambi i contraenti e quindi non vi è alcun debito verso l'istituto bancario mutuante il curatore dopo la messa in vendita del 50% del bene immobile come deve procedere?
    - La banca dovrà insinuarsi per la parte del debito rimasto insoluto solo relativamente al socio fallito? O per entrambi i proprietari?
    Caso pratico:
    Vendita immobile 50% 50.000
    Debito residuo mutuo cointestato 30.000
    • Zucchetti SG

      29/03/2021 11:47

      RE: cessione immobile di proprietà al 50% del soggetto fallito

      Sembra di capire che la compagna del fallito sia una coobbligata con il fallito nel pagamento dell'obbligazione verso la banca e che stia effettuando regolarmente il pagamento delle rate. Pertanto al momento la banca non vanta alcun un credito verso la signora, ma poiché, a seguito del fallimento, il credito verso il fallito è scaduto ai sensi del secondo comma dell'art. 55 l. fall. la banca vanta un credito verso il fallito, che potrebbe insinuare al passivo.
      Probabilmente non lo farà perché nel frattempo viene pagata e la vendita della quota del 50% del dell'immobile gravato da ipoteca di proprietà del fallito non pregiudica la banca proprio perché, trattandosi di una quota, alla cancellazione dell'iscrizione ipotecaria si oppone il principio della indivisibilità dell'ipoteca, sancito dal secondo comma dell'art. 2809 c.c.; ma andiamo per ordine.
      Per la verità l'ipotesi della vendita di una quota ideale dell'immobile ipotecato non è espressamente regolata dall'art. 2825 c.c., ma si si fa rientrare nella previsione di tale norma, per cui se, come ipotizzato, esiste un bene in comunione di cui il fallito è proprietario del 50% insieme ad altro comproprietario al 50%, ed è iscritta ipoteca sull'intero immobile, è come se fossero sorte altrettante ipoteche distinte sui diritti di comproprietà dei rispettivi debitori, ma l'ipoteca continua a gravare sull'intero bene, o su ogni sua parte, in applicazione del principio di indivisibilità quanto all'oggetto di cui al citato art. 2809 c.c. Operando questo principio, il giudice, anche in presenza di una vendita coattiva di parte dell'immobile oggetto di ipoteca, ove non sia attuato il frazionamento dell'ipoteca, che presuppone la divisione in modo che su ciascuna parte divisa gravi l'ipoteca per un certo importo, non potrà, a nostro parere, disporre la cancellazione sulla quota ideale ceduta, potendo il creditore continuare ad aver diritto a soddisfare sull'intero bene.
      Zucchetti SG srl