Forum FALLIMENTI - ATTIVO E CONTABILITÀ

COMPENSAZIONE EX ART 56 L.F. CREDITO IVA RICHIESTO A RIMBORSO CON DEBITI TRIBUTARI SORTI ANTE PROCEDURA

  • Barbara Bertagna

    Verona
    18/03/2020 22:36

    COMPENSAZIONE EX ART 56 L.F. CREDITO IVA RICHIESTO A RIMBORSO CON DEBITI TRIBUTARI SORTI ANTE PROCEDURA

    Buongiorno,
    vorrei chiedere se l'Agenzia delle Entrate possa legittimamente compensare il credito IVA richiesto a rimborso con i debiti tributari sorti ante procedura, ma non insinuati.
    Il caso è questo: prima della predisposizione del rendiconto finale, ho richiesto a rimborso il credito IVA maturato ante procedura.
    L'istanza di rimborso è stata accolta ed il credito è stato liquidato nella misura pari alla differenza tra quanto richiesto e debiti tributari ante procedura derivanti da cartelle non insinuate nel passivo fallimentare. I termini per poter procedere con una eventuale insinuazione, anche tardiva, sono scaduti.
    Mi chiedo se l'Agenzia delle Entrate possa compensare ex art. 56 L.F. il credito chiesto a rimborso con i debiti non insinuati al passivo, dato che risultano privi dei necessari requisiti di certezza, omogeneità, liquidità ed esigibilità.
    Ringrazio e saluto cordialmente.
    • Stefano Andreani - Firenze
      Luca Corvi - Como

      19/03/2020 12:45

      RE: COMPENSAZIONE EX ART 56 L.F. CREDITO IVA RICHIESTO A RIMBORSO CON DEBITI TRIBUTARI SORTI ANTE PROCEDURA

      L'ammissione al passivo è assolutamente irrilevante ai fini della compensazione ex art. 56 l.fall., quindi il comportamento dell'Agenzia appare corretto.

      Ciò, ovviamente, se il credito che essa vanta in compensazione è esistente.

      La prova di tale esistenza non deve però necessariamente essere data in sede di esame dello stato passivo, e se il Curatore intende contestarlo in tutto o in parte dovrà ricorrere agli ordinari strumenti del contenzioso o pre-contenzioso (autotutela) ordinari.