Forum FISCALE - AREA FISCALE E TRIBUTARIA

Ditta individuale con immobili aziendali e personali intestati solo al fallito

  • Monica Mora

    PARMA
    08/01/2021 20:51

    Ditta individuale con immobili aziendali e personali intestati solo al fallito

    Buonasera,
    pongo un quesito in merito al fallimento di una ditta individuale dichiarato a maggio 2019, con anche beni immobili (fabbricati e terreni agricoli in affitto) di proprietà al 100% del fallito, abitazione principale inclusa.
    In merito alla dichiarazione dei redditi del fallimento, dato che la contabilità da gennaio a maggio 2019 mi si è ritenuto necessario dichiararla inattendibile e con bancarotta documentale, ho solo presentato una dichiarazione iva art. 74 bis e la dichiarazione iva per le poche spese di gestione Fallco addebitate in procedura (riferite all'anno d'imposta 2019).
    Per quanto riguarda invece la dichiarazione dei redditi del fallimento ho un dubbio proprio in merito agli immobili, in quanto ho trovato risposte discordanti. Nello specifico, vorrei comprendere se tutti i beni immobili, come mi pare di avere interpretato dalla normativa, rientrano tutti nel maxi periodo fallimentare (e quindi una sola dichiarazione dei redditi alla fine della procedura) oppure se con riferimento al periodo da giugno 2019 a dicembre 2019 devo presentare una dichiarazione dei redditi del fallimento, con indicati i soli terreni in affitto e fabbricati di proprietà del fallito che non costituiscono abitazione principale (il fallito dichiarerà solo l'abitazione principale).
    Vi ringrazio in anticipo.
    • Stefano Andreani - Firenze
      Luca Corvi - Como

      11/01/2021 09:48

      RE: Ditta individuale con immobili aziendali e personali intestati solo al fallito

      Non ci è chiara l'indicazione del periodo giugno 2019 - dicembre 2019 come oggetto della dichiarazione da presentare: il Curatore deve presentare la dichiarazione relativa al periodo dall'inizio dell'esercizio al fallimento, e quindi gennaio 2019 - maggio 2019, mentre da giugno (o meglio: dal giorno successivo al fallimento) inizia il maxi periodo fallimentare.

      Ciò premesso, il discrimine fra immobili i cui redditi debbono essere dichiarati dal Curatore, e immobili i cui redditi debbono essere dichiarati dal fallito, non è l'essere o meno abitazione principale né ancor meno la scelta del fallito, come parrebbe emergere dal quesito: il discrimine è fra i beni appartenenti all'impresa e quelli che invece appartengono alla sfera personale del fallito.

      Il Curatore deve infatti dichiarare il solo reddito d'impresa, trasmettendone poi copia al fallito perché ne tenga conto nella sua dichiarazione dei redditi personale.

      Ciò premesso, se vi sono beni immobili appartenenti all'impresa, certamente il Curatore dovrà considerare componenti positive del reddito d'impresa i relativi canoni di locazione.