Forum FALLIMENTI - COMPOSIZIONE CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

Decreto ingiuntivo non esecutivo

  • Costanza Mariani

    Forli (FC)
    11/02/2021 19:43

    Decreto ingiuntivo non esecutivo

    Buonasera,
    in una liquidazione del patrimonio una Banca chiede di essere ammessa al passivo in forza di decreto ingiuntivo non esecutivo essendo stata fatta opposizione nei termini; a supporto della domanda sono stati allegati oltre al decreto ingiuntivo notificato al soggetto (garante) anche gli estratti conti comprovanti l'importo richiesto; pare opportuno, stante la non esecutività del DI, non ammettere le spese legali richieste, ma come ci si deve comportare per il debito dal momento che deriva da una garanzia prestata dal debitore nell'interesse di un soggetto terzo?
    • Zucchetti SG

      12/02/2021 20:00

      RE: Decreto ingiuntivo non esecutivo

      Applicando il principio della esclusività dell'accertamento del passivo alla procedura di liquidazione del patrimonio, il giudizio di opposizione al decreto ingiuntivo non può continuare e il creditore non può servirsi del decreto ingiuntivo non definitivo per dimostrare il credito da insinuare, per cui correttamente vanno escluse le spese relative.
      Quanto al credito bisogna vedere se il debitore fallito ha assunto una garanzia (probabilmente parliamo di fideiussione) solidale (come è molto probabile) o sussidiaria; nel primo caso il creditore può rivolgersi indifferentemente a ciascun condebitore per chiedere il pagamento dell'intero, nel secondo deve prima escutere l'obbligato principale e in caso di insoddisfazione può rivolgersi al garante.
      Una volta appurato che il fallito deve rispondere del debito, nel merito dello stesso poco possiamo dire perché non conosciamo gli atti, tuttavia, se la banca ha prodotto gli estratti conti che dimostrano lo scoperto nei confronti dell'obbligato diretto, tale prova può essere ritenuta sufficiente per l'ammissione.
      Zucchetti Sg srl