Forum ESECUZIONI - IL PIANO DI RIPARTO

MULTA AI SENSI DELL'ARTICOLO 587 C.P.C. IN CASO DI VERSAMENTO DI CAUZIONE E FONDO SPESE

  • Giulia Di Prinzio

    Pescara
    27/01/2021 12:53

    MULTA AI SENSI DELL'ARTICOLO 587 C.P.C. IN CASO DI VERSAMENTO DI CAUZIONE E FONDO SPESE

    Buongiorno,
    un aggiudicatario è stato dichiarato decaduto dal Giudice dell'esecuzione dopo aver versato la cauzione e il fondo spese forfettario ma non il saldo prezzo di aggiudicazione. Il Giudice ha pertanto disposto l'incameramento della cauzione a titolo di multa ai sensi dell'art. 587 c.p.c. per mancato pagamento del prezzo da parte dell'aggiudicatario e il rinnovo della delega.
    Si chiede se, oltre alla cauzione, anche il fondo spese forfettario debba essere considerato incamerato a titolo di multa ex art 587 c.p.c. o meno.
    grazie
    • Zucchetti SG

      28/01/2021 16:48

      RE: MULTA AI SENSI DELL'ARTICOLO 587 C.P.C. IN CASO DI VERSAMENTO DI CAUZIONE E FONDO SPESE

      L'art. 587 c.p.c. prevede che l'aggiudicatario decaduto perde la cauzione versata, che viene trattenuta a titolo di multa, ed è tenuto al pagamento della differenza tra vecchio e nuovo prezzo di aggiudicazione.
      Questo pagamento è dovuto in forza del decreto di cui all'art. 177 disp. att. c.p.c. con il quale il Giudice dell'esecuzione condanna l'aggiudicatario inadempiente al pagamento della differenza tra il prezzo da lui offerto e quello minore per il quale è avvenuta la vendita.
      La norma precisa che il decreto del giudice costituisce titolo esecutivo a favore dei creditori ai quali nella distribuzione della somma ricavata è stato attribuito il credito da esso portato.
      Escludiamo dunque che il fondo spese possa essere trattenuto a titolo di multa.