Forum FALLIMENTI - LA LEGGE FALLIMENTARE

rinuncia beni presso immobile altrui

  • Barbara Tampieri

    Forli (FC)
    10/07/2020 13:10

    rinuncia beni presso immobile altrui

    In un fallimento di una SRL sono presenti beni mobili inizialmente acquisiti all'attivo ma ormai non più vendibili.
    I beni sono depositati presso un immobile di proprietà altrui per il quale viene pagata ogni mese un'indennità di occupazione stabilita dal GD.
    Volendo rinunciare a liquidare gli stessi beni mobili ex art. 104 ter comma 7 L.F., il curatore può lasciarli depositati nell'immobile attualmente occupato e - dal momento in cui effettua la procedura prevista dall'art. 104 ter c. 7 LF - ritenersi libero senza non dover più pagare l'indennità di occupazione al proprietario dell'immobile?
    La scrivente ritiene di si, in quanto, da detto momento, i beni non sono più nella disponibilità del fallimento, ma rientrano in quella dell'ex amministratore, che pertanto dovrà occuparsi della eventuale rimozione dei beni.
    • Zucchetti SG

      11/07/2020 12:17

      RE: rinuncia beni presso immobile altrui

      Il concetto di fondo è esatto nel senso che dismessi i beni ex art. 104ter, co. 8, l. fall., e avvertiti creditori il fallimento non ha più la disponibilità degli stessi, però nel caso lei ha fatto un contratto (scritto o verbale, poco importa) di deposito con il proprietario dell'immobile e questo rapporto non viene meno con la dimissione dei beni mobili. A questo punto o fa una cessione del contratto di deposito (che richiede il consenso delle controparti ceduto e cessionario), o libera lei l'immobile, chiudendo il rapporto contrattuale, o lo fa il legale rappresentante della società fallita, o trova altro accordo.
      Zucchetti Sg srl