Forum FALLIMENTI - LA LEGGE FALLIMENTARE

credito Iva

  • Chiara Fabbroni

    AREZZO
    26/07/2020 16:10

    credito Iva

    Buonasera,
    sono a porre il seguente quesito.

    In seguito all'approvazione del rendiconto finale ed alla liquidazione dei compensi del Curatore Fallimentare e del Coadiutore ( il pagamento della cui ritenuta di acconto verrà effettuato tramite compensazione con parte del credito Iva a disposizione della Procedura), ho elaborato Bozza di Riparto finale di pagamento in favore dei creditori (invero verranno pagati solo i dipendenti).
    Da un primo sviluppo, il mio coadiutore fiscale mi riferisce che del credito Iva a disposizione della Procedura, anche all'esito del pagamento delle ritenute dei dipendenti con compensazione, continuerebbe a residuare qualcosa, di cui però preventivamente non è stata richiesta l'autorizzazione al GD per la relativa rinuncia.
    Dunque a questo punto cosa posso e/o devo fare:
    1) dare atto nel Piano di Riparto finale che rimane un marginale importo di credito Iva, come poi nella relativa dichiarazione Iva;
    2) Oppure diversamente- anche se non riesco a trovare la norma che mi possa legittimare- contestualmente al deposito della Bozza di riparto finale, predispongo una istanza al Gd di autorizzazione alla rinuncia del credito marginale residuo Iva, all'esito del Riparto finale.

    Ringrazio anticipatamente.
    • Stefano Andreani - Firenze
      Luca Corvi - Como

      26/07/2020 21:05

      RE: credito Iva

      Non ci è chiaro come possa essere stato predisposto il rendiconto finale senza tener conto di questo credito IVA, ci pare comunque che a questo punto la strada più corretta sia la seconda prospettata nel quesito, ovvero la richiesta di rinuncia al credito.

      Ma, ripetiamo, si deve tener conto di quanto è stato indicato nel rendiconto finale.
      • Anna Maria Strada

        CREMA (CR)
        15/09/2020 15:53

        RE: RE: credito Iva

        Buonasera, mi permetto di intervenire in questa discussione e chiedo : come posso inserire il credito IVA derivante dalla liquidazione del compenso al curatore nel rendiconto finale se la liquidazione del compenso finale viene effettuata dal Giudice solo dopo il deposito del rendiconto finale ?
        C'e' poi un altro caso in cui il credito IVA si forma successivamente alla presentazione del rendiconto finale ed anche del riparto finale e cioe' quando nel riparto finale e' previsto il pagamento di professionisti i quali emettono fattura ( con IVA ) solo dopo l'effettuazione del pagamento .

        • Stefano Andreani - Firenze
          Luca Corvi - Como

          21/09/2020 19:29

          RE: RE: RE: credito Iva

          Il rendiconto finale è l'anello di congiunzione fra la liquidazione dell'attivo e il riparto finale, e il riparto finale è l'atto conclusivo dell'attività sostanziale del Curatore, che dopo di esso deve solo compiere atti procedurali , amministrativi e fiscali.

          Quindi prima di predisporre il rendiconto il Curatore si deve preoccupare di "chiudere tutti i conti", ovvero, segnalando solo le due fattispecie più comuni:

          - farsi corrispondere gli importi necessari per effettuare gli adempimenti successivi al rendiconto, dalle raccomandate per la spedizione degli assegni, ai diritti CCIAA per la cancellazione della società, alle eventuali spese per coadiutori che si occupino degli adempimenti fiscali

          - rinunciare ai crediti che sorgeranno dopo il rendiconto, dopo il riparto e addirittura dopo la chiusura della procedura (dal credito IVA al credito per le ritenute d'acconto subite sul c/c della procedura), ovvero cederli prima del rendiconto come cessione di credito futuro.

          Si tratta di importi che il Curatore conosce o è in grado di conoscere, ed è suo dovere occuparsene prima del rendiconto.