Forum FALLIMENTI - LA LEGGE FALLIMENTARE

Coadiutore - compenso a carico dell'Erario

  • Michela Del Rio

    Reggio Emilia (RE)
    07/05/2020 18:55

    Coadiutore - compenso a carico dell'Erario

    Buon pomeriggio.

    Ben a conoscenza dell'ampio dibattito che (anche su questo Forum) si è sviluppato sul tema, chiedo cortesemente se vi siano pronunce di legittimità e/o di merito che si sono espresse sulla possibilità di porre a carico del'Erario il compenso spettante al coadiutore, ove non vi sia attivo o l'attivo sia insufficiente.

    L'unica sentenza che ho trovato è quella del Tribunale di Roma del 26.5.2009, che, peraltro, lo esclude.

    Ringrazio anticipatamente per la cortese risposta.

    Michela Del Rio
    • Zucchetti SG

      08/05/2020 20:11

      RE: Coadiutore - compenso a carico dell'Erario

      Non possiamo che ripetere la risposta data ad una domanda simile il 30 aprile scorso, che era in questi termini:
      A norma dell'art.146 del DPR n. 115 del 2002, rientrano tra le spese anticipate dall'erario, tra le altre, "le spese ed onorari ad ausiliari del magistrato"; il coadiutore rientra tra gli ausiliari del Giudice? C'è chi ha detto di si, in dottrina (Ruggiero) ma anche chi lo ha negato sostenendo che il coadiutore è un ausiliario del curatore e non del giudice (Trib. Roma 24 febbraio 2009); noi propenderemmo per la soluzione affermativa considerato che il coadiutore viene nominato nell'interesse del fallimento, su incarico del curatore debitamente autorizzato dal comitato dei creditori e, quantpo alla determinazione del compenso, si opta prevalentemente nell'utilizzo della tariffa giudiziale prevista per i periti e consulenti tecnici piuttosto che per la tariffa professionale.
      Zucchetti SG srl