Forum FALLIMENTI - RIPARTI

RIPARTO ERRONEO RESO ESECUTIVO

  • Vincenza Paese

    ROMA
    04/03/2021 16:43

    RIPARTO ERRONEO RESO ESECUTIVO

    Salve, mi trovo in grande difficoltà.
    La procedura che curo è giunta all'esito... ho predisposto il riparto finale (non ve ne sono stati parziali dall'apertura (2002) ad oggi).
    Il riparto l'ho predisposto utilizzando la piattaforma di fallco e non mi sono avveduta della circostanza che alcune spese specifiche (ben n. 6 per circa euro 10.000,00) erano state erroneamente registrate come spese immobiliari anzichè mobiliari.
    Nei conti speciali mi compare la relativa passività..
    Anche i crediti tributari risultano erronei.... mi risultano crediti erariali per una somma pari circa al doppio della reale o meglio di quella dichiarata mediante il consulente contabile della procedura fallimentare.
    Orbene, dal riparto emerge una somma distribuibile superiore alla reale circa ben 15.000,00.
    Il riparto (del quale non mi sono avveduta dell'erroneità ...) è stato depositato, non opposto dai creditori e dichiarato esecutivo.... solo nel momento in cui sono andata a stilare la lista dei pagamenti (assegni, bonifici ed F24 per ritenute) da effettuare mi sono accorta che anche utilizzando il credito IVA reale e dichiarato non copro l'importo dovuto per il pagamento delle ritenute... Ora mi chiedo cosa devo fare? Devo chiedere al GD la revoca del provvedimento di esecutività del riparto, annullarlo rettificare tutte le voci erronee in fallco, ripredisporlo, ridepositarlo, avvisare i creditori ecc.... insomma rifare tutta la procedura o esiste un modo più semplice per rettificare il tutto? Grazie
    • Zucchetti SG

      04/03/2021 19:47

      RE: RIPARTO ERRONEO RESO ESECUTIVO

      Il passaggio indispensabile è la revoca della dichiarazione di esecutività del riparto che deve chiedere al giudice prospettando un errore materiare. Se il giudice revoca il suo decreto converrebbe ripresentare il riparto corretto perché anche correggere quello in corso comunque richiederebbe la comunicazione ai creditori e si creerebbe confusione.
      SG srl