Forum FALLIMENTI - RIPARTI

Riparto e giudizi avviati in gratuito patrocinio

  • Emanuele De Simone

    Napoli
    10/02/2021 16:44

    Riparto e giudizi avviati in gratuito patrocinio

    Buonasera,
    vi pongo il seguente quesito.
    - Fallimento in fase di chiusura
    - Saldo di cassa ridotto: circa 4.000 euro
    - Campione fallimentare già pagato
    - Compenso curatore onnicomprensivo da pagare: € 3.000
    - Nel corso della procedura sono stati avviati più giudizi in gratuito patrocinio.
    Come ci si comporta per il riparto delle somme disponibili?
    Dal punto di vista pratico ho riscontrato numerose problematiche. La fase di revoca del GP e pagamento delle spese di giustizia è molto macchinosa. Peraltro, nella casistica riportata non ci sarebbero fondi sufficienti per il pagamento di tutte le spese anticipate dall'Erario.
    • Zucchetti SG

      10/02/2021 19:58

      RE: Riparto e giudizi avviati in gratuito patrocinio

      La limitatezza dei fondi disponibili non consente la revoca del gratuito patrocinio in quanto i legali della procedura non potrebbero essere soddisfatti, giacchè nella graduatoria da fare all'interno delle prededuzioni, essi si troverebbero in posizione successiva al credito per il suo compenso e alle altre spese di giustizia; in peggior posizione si troverebbero i crediti per spese di giustizia delle controparti eventualmente vittoriose qualora il fallimento fosse condannato al pagamento in loro favore delle spese di causa.
      Pare di capire che intende chiudere anticipatamente il fallimento in pendenza delle cause in corso; in tale eventualità potrebbe procedere al distribuzione della somma disponibile per il pagamento del suo compenso e delle altre spese di giustizia e accantonare l'eventuale residuo per spese future, come prevede il nuovo secondo comma dell'art. 118 e lasciare il gratuito patrocinio.
      Zucchetti SG srl
      • Emanuele De Simone

        Napoli
        11/02/2021 10:45

        RE: RE: Riparto e giudizi avviati in gratuito patrocinio

        Grazie della risposta.
        I giudizi sono tutti conclusi ed il fallimento andrebbe chiuso senza cause pendenti.
        Mi pare di capire che, attesa la limitatezza di fondi, potrebbe essere corretto adottare una impostazione che preveda:
        - il pagamento del compenso del curatore;
        - per il residuo, il pagamento dei creditori, saltando, di fatto, nell'ordine della graduazione, le spese di giustizia che non potrebbero essere pagate, non è infatti possibile pagarle parzialmente.
        • Zucchetti SG

          11/02/2021 19:51

          RE: RE: RE: Riparto e giudizi avviati in gratuito patrocinio

          Non esattamente. Noi abbiamo detto e ribadiamo che, poichè l'attivo disponibile non è sufficiente a soddisfare tutte le prededuzioni, va fatta una graduatoria nella quale il primo posto è occupato dalle spese di giustizia in senso stretto, tra cui rientra il compenso del curatore, degli altri collaboratori (coadiutori, stimatore, ecc.) campione fallimentare, spesa per programmi informatici utilizzati, ecc.), dopo di che, se rimane qualcosa, si pagano le altre spese o gli altri crediti prededucibili secondo l'ordine di legge. Se non vi sono altri creditori dopo le spese di giustizia va collocato il credito per i legali della procedura, che, nell'ambito della categoria della prededuzione, godono del privilegio ex art. 2751 bis n. 2 c.c. e in fine le eventuali spese cui il fallimento soccombente sia stato condannato a pagare alle controparti nelle cause di cognizioni definite (probabilmente il richiamo, nella precedente risposta, di queste come spese di giustizia delle controparti ha tratto in inganno).
          Siccome dei 4.000 euro disponibili, 3.000 vanno assegnate al curatore per il suyo compenso, calcolando l'Iva e altre inevitabili spese di giustizia, abbiamo ipotizzato che i legali, stante il gratuito patrocinio, dovranno essere pagati dall'erario
          Zucchetti Sg srl