Forum FALLIMENTI - RIPARTI

RIPARTO NELLE MORE DELLA FIRMA DEL MODELLO SR 52 INPS

  • Fabrizio Colombo

    Sassoferrato (AN)
    14/12/2020 09:15

    RIPARTO NELLE MORE DELLA FIRMA DEL MODELLO SR 52 INPS

    Gent.mi , in Fallimento in cui sono Curatore sto per procedere alla redazione del riparto finale. Nel frattempo, tramite PEC, mi è arrivata una richiesta da parte del sindacato che assiste un dipendente di firmare il modello sr 52 Inps. Il mio dubbio è come comportarmi con la somma che spetterà al dipendente in oggetto. Deve accantonare la somma a favore dell'insp che si surrogherà , che non saprei quant'è o cos'altro, oppure procedere come niente fosse ed escludere il credito n i surroga dell'inps avendo già pagato correttamente il dipendente.
    • Zucchetti SG

      14/12/2020 19:03

      RE: RIPARTO NELLE MORE DELLA FIRMA DEL MODELLO SR 52 INPS

      Al momento lo stato passivo comprende tra i creditori il dipendnete in questione con l'ammissione per TFR, mensilità e altro, e non l'Inps, ne tale ente ha esercitato la surroga ai sensi del secondo comma dell'art. 115 l. fall., che presuppone l'anticipazione al dipendnete del TFR e/o delle ultime tre mensilità. Di conseguenza, nel predisporre il progetto di riparto lei non può che inserire in esso il dipendente e non certo l'Inps non essendo tale ente presente nel fallimento.
      Né è tenuto ad accantonare una somma in favore dell'Inps perché se lei paga il dipendente, in tutto o nei limiti delle disponibilità, non deve più pagare l'Inps per lo stesso importo. Questa, infatti, con il Fondo di Garanzia di cui si discute anticipa al lavoratore ammesso al passivo il TFR e le ultime tre mensilità, allo scopo di eliminare per quest'ultimo il rischio della incapienza e il ritardo, caricandoselo su di sé, che infatti si surroga poi nella posizione del dipendente; di conseguenza se detti importi sono corrisposti direttamente dal fallimento, l'Inps non dovrà intervenire e non avrà titolo per partecipare al concorso in surroga del dipendente.
      Tra l'altro, nel caso, lei sta per predisporre il riparto finale, per cui distribuisce tutto il residuo attivo di cui dispone e chiude il fallimento, e non vi è ulteriore capienza per altri.
      Zucchetti SG srl
      • Mauro Calo'

        Lecce
        03/02/2021 20:02

        RE: RE: RIPARTO NELLE MORE DELLA FIRMA DEL MODELLO SR 52 INPS

        Buonasera,
        mi associo alla domanda posta dal Collega per sottoporvi un ulteriore quesito in merito alla compilazione del Modello SR52: ricevo una istanza di insinuazione al passivo da parte di un lavoratore della società fallita nella quale indica puntualmente l'importo richiesto a titolo di mensilità pregresse, a titolo di TFR e a titolo di 14esima. Ammetto al passivo il lavoratore sulla base delle sue richieste. Compilato dal sottoscritto il modello SR52 e sottoposto all'INPS da parte del lavoratore, quest'ultimo chiede, a suo dire consigliato dall'INPS, una rettifica del modello SR52 con l'indicazione dell'importo a titolo di TFR maggiore rispetto a quello richiesto nell'istanza di insinuazione al passivo (e quindi registrato nello stato passivo reso esecutivo) poiché pare che l'INPS abbia riscontrato delle differenze tra il modello SR52 e i dati in loro possesso.
        La domanda è la seguente: faccio bene a rifiutarmi di modificare il modello SR52 già compilato con i dati richiesti in sede di istanza di insinuazione al passivo e così riportati nello stato passivo già esecutivo? o è possibile procedere in tal senso senza incorrere in qualsiasi tipo si errore e/o responsabilità?
        Grazie anticipatamente per l'attenzione prestata.
        Cordialmente
        • Zucchetti SG

          04/02/2021 19:48

          RE: RE: RE: RIPARTO NELLE MORE DELLA FIRMA DEL MODELLO SR 52 INPS

          Fa bene a rifiutarsi di rettificare il modello SR52, dato che questo deve riprodurre le risultanze dello stato passivo, sicchè se il lavoratore è stato ammesso al passivo per la somma X, il modello per l'Inps deve riportare la somma X. Per modificare, quindi il modello SR52, correttamente compilato in conformità dello stato passivo, dovrebbe essere modificato quest'ultimo, il che non sembra facile nella fattispecie. Invero, se l'ammissione al passivo era errata, il lavoratore avrebbe dovuto proporre opposizione allo stato passivo, e probabilmente è decorso il tempo per l'opposizione; se, come lei dice, la somma ammessa al passivo corrisponde a quella richiesta, il lavoratore dovrebbe presentare una domanda tardiva per l'integrazione che, in linea di massima, dovrebbe essere inammissibile per mancanza di novità.
          Zucchetti SG srl
          • Mauro Calo'

            Lecce
            09/02/2021 17:45

            RE: RE: RE: RE: RIPARTO NELLE MORE DELLA FIRMA DEL MODELLO SR 52 INPS

            Sono pienamente d'accordo.
            Vi ringrazio per la collaborazione.
            Buona lavoro
    • Fabrizio Colombo

      Sassoferrato (AN)
      14/12/2020 19:51

      RE: RIPARTO NELLE MORE DELLA FIRMA DEL MODELLO SR 52 INPS

      Grazie mille per la chiarezza e la tempestività della risposta.