Forum ESECUZIONI - COMPENSO CUSTODE E DELEGATO

Esecuzione immobiliare con 3 lotti ma venduto solo 1 lotto.

  • Franco Amadori

    San Teodoro (SS)
    01/02/2021 09:46

    Esecuzione immobiliare con 3 lotti ma venduto solo 1 lotto.

    Buongiorno,
    qualche giorno fa, ho aggiudicato un lotto durante un'asta che prevedeva la vendita di tre lotti. Come devo procedere per il calcolo del compenso a favore del delegato? Presumo che la vendita di questo lotto debba essere trattata alla stregua della vendita di un lotto unico e quindi calcolare il compenso semplicemente sulla base del DM 227/2015. Oppure si devono fare differenti considerazioni?
    Grazie.
    • Zucchetti SG

      02/02/2021 08:21

      RE: Esecuzione immobiliare con 3 lotti ma venduto solo 1 lotto.

      Per rispondere all'interrogativo occorre premettere che l'art. 179 bis, comma secondo, disp. att. c.p.c. dispone che "Il compenso dovuto al professionista è liquidato dal giudice dell'esecuzione con specifica determinazione della parte riguardante le operazioni di vendita e le successive che sono poste a carico dell'aggiudicatario. Il provvedimento di liquidazione del compenso costituisce titolo esecutivo".
      Quanto alla misura, essa è disciplinata dal decreto ministeriale 15 ottobre 2015, n. 227, il quale (art. 2) pone a carico dell'aggiudicatario, la quota parte (50%) del compenso dovuto al professionista delegato per la fase del trasferimento della proprietà del bene, il cui importo varia in relazione al prezzo di aggiudicazione.
      A questi importi vanno aggiunti il contributo previdenziale (4%) e l'IVA (ove il regime fiscale del delegato preveda il versamento dell'IVA).
      In presenza di più lotti viene in considerazione l'art. 2 comma due del medesimo decreto, il quale prevede che "Quando le attività di cui al comma 1, numeri 1), 2) e 3) riguardano più lotti, in presenza di giusti motivi il compenso determinato secondo i criteri ivi previsti può essere liquidato per ciascun lotto".
      Quindi la possibilità indicata nella domanda è prevista, ma essa deve tradursi in un provvedimento del giudice subordinato alla presenza di giustificati motivi.
      Se dunque l delegato ritiene che essi sussistano, lo rappresenterà nella domanda di liquidazione, chiedendo che il giudice liquidi il compenso per ciascun lotto.