Forum FALLIMENTI - CONCORDATO

ex cava fidejussione a favore Comune ripristino ambientale

  • Livia Cappelletti

    pesaro (PU)
    04/07/2020 12:31

    ex cava fidejussione a favore Comune ripristino ambientale

    Buongiorno,
    il quesito da esporre riguarda un concordato preventivo liquidatorio di srl che esercitava l'attività di produzione laterizi.
    Siamo quindi nell'ambito di una ex cava .
    Proprio per l'attività estrattiva di argilla e, per le conseguenze ambientali di ripristino delle aree coinvolte da tale attività, è noto che i Comuni nelle cui aree insistono tali aziende, richiedono una fidejussione a garanzia dell'esecuzione dei lavori di risanamento del territorio interessato.
    Nel caso concreto, essendo poi entrata in procedura concorsuale, la srl ha svolto attività estrattiva di argilla per un tempo molto limitato, non certo pari al periodo previsto nella stessa fidejussione , quindi determinando alla fine un minor degrado dei terreni argillosi e circostanti.
    Ora il Comune ha richiesto alla Banca l'escussione della fidejussione vantata .
    L'istituto bancario ora non intende pagare il Comune ed inoltre ha inviato alla procedura concorsuale una lettera di diffida, chiedendo se nel piano concordatario sia stato previsto un fondo per il garante escusso e richiedendo, in prededuzione, l'importo complessivo della fidejussione.
    Nel piano concordatario si legge " con riferimento alle cave di proprietà della società si è deciso di accantonare , in chirografo, quale onere per la sistemazione delle aree utilizzate, gli importi garantiti al Comune tramite fidejussioni, pari ad euro ....." .
    La procedura concorsuale ritiene che l'istituto bancario che ha rilasciato la fidejussione, una volta pagato il Comune per l'escussione, potrà rivalersi nei confronti del concordato preventivo ma solamente in chirografo e, pertanto, si è dell'opinione che si possa rispondere con queste considerazioni alla diffida della Banca.
    E' corretta la nostra soluzione ?
    Grazie
    Cordiali saluti
    • Zucchetti SG

      06/07/2020 20:09

      RE: ex cava fidejussione a favore Comune ripristino ambientale

      Siamo d'accordo con lei. Il fideiussore (sicuramente solidale), una volta che ha estinto il debito verso la banca, può chiedere al fallimento come al concordato (per il quale l'art. 169 l. fall. richiama gli artt. 61 e 62), in surroga o regresso, la restituzione di quanto sborsato, ma la fonte di questa obbligazione restitutoria è solo apparentemente è ascrivibile al pagamento effettuato, perché, in realtà risale all'obbligazione fideiussorio assunto, che prevedeva che il fideiussore fosse escusso per il pagamento del debito garantito. Pertanto, anche a nostro avviso, il credito di regresso come di surroga del fideiussore che abbia pagato in pendenza di procedura cui è sottoposto il debitore principale, non è prededucibile, ma ha natura concorsuale, tanto che, come si diceva, egli può surrogarsi nella posizione del creditore iniziale soddisfatto.
      Zucchetti SG srl