Forum FALLIMENTI - CONCORDATO

SGRAVI FISCALI CCSE ENERGIVORI

  • Marco Colombo

    SEREGNO (MI)
    14/10/2019 18:50

    SGRAVI FISCALI CCSE ENERGIVORI

    Sottopongo il seguente quesito:
    una società a forte consumo di energia elettrica (imprese energivore), ammessa al concordato preventivo in continuità diretta, fino all'anno 2018 ha ottenuto le agevolazioni di cui al Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 21/12/2017, in attuazione dell'art. 19 della Legge europea 2017, avendone i requisiti di cui all'art. 3 del medesimo Decreto.
    All'art. 5 delle disposizioni attuative (imprese in difficoltà) si richiede l'attestazione che l'impresa non versi in alcuna delle condizioni di cui al punto 20 della Comunicazione della Commissione Europea C(2014) 249/1 individuando tra gli altri la condizione che " l'impresa sia oggetto di procedura concorsuale per insolvenza o soddisfi le condizioni previste dal diritto nazionale per l'apertura nei suoi confronti di una tale procedura su richiesta dei suoi creditori"
    Si chiede se l'impresa in concordato preventivo in continuità diretta possa continuare ad usufruire, anche per l'anno 2019 e per tutto l'arco del piano concordatario, delle agevolazioni spettanti alle imprese "energivore" di cui al predetto decreto, tenuto conto che la normativa europea non fa alcun distinguo circa la tipologia di procedura concorsuale.
    Ringrazio per il prezioso contributo
    • Stefano Andreani - Firenze
      Luca Corvi - Como

      20/10/2019 20:00

      RE: SGRAVI FISCALI CCSE ENERGIVORI

      Come giustamente rilevato nel quesito, lo stralcio della normativa europea in esso riportato non fa alcuna distinzione fra le varie procedure concorsuali, che quindi non sono limitate al fallimento; e il concordato preventivo, anche in continuità, è certamente una procedura concorsuale.

      Conseguentemente, riteniamo che l'attestazione richiesta dalle disposizioni attuative non possa essere prodotta, e quindi le agevolazioni in corso di procedura non spettino.
      • Valter Moro

        como
        30/04/2020 19:37

        RE: RE: SGRAVI FISCALI CCSE ENERGIVORI

        Segnalo la necessità di approfondire l'interpretazione della definizione di "procedura concorsuale per insolvenza" fornita dalla normativa comunitaria: siamo sicuri che il concordato in continuità rientri nella fattispecie dell'insolvenza?
        La normativa in materia di finanziamenti garantiti per l'emergenza covid-19 (D.L. 23/2020) da un lato esclude dal beneficio le "imprese in difficoltà" ai sensi del Regolamento UE 651/2014 (che contempla appunto le imprese oggetto di procedura concorsuale per insolvenza), ma poi lo concede a quelle che "in data successiva al 31 dicembre 2019 sono state ammesse alla procedura di concordato con continuità aziendale di cui all'articolo 186-bis...".
        • Stefano Andreani - Firenze
          Luca Corvi - Como

          02/05/2020 16:40

          RE: RE: RE: SGRAVI FISCALI CCSE ENERGIVORI

          A parte il fatto che la disciplina dettata dal D.L. 23/2020 è normativa speciale emergenziale, con rilevanza quindi circoscritta alle fattispecie e al periodo storico per cui è dettata, rileviamo comunque che il riferimento alle "imprese in difficoltà" ai sensi del Regolamento UE 651/2014 è contenuta nell'art. 1 e regolamenta una tipologia di sostegno, mentre l'inclusione, fra i soggetti destinatari, delle imprese in concordato in continuità (come pure quelle che hanno stipulato accordi di ristrutturazione o presentato un piano attestato) compare all'art. 13, che è relativo ad altra tipologia di intervento.

          Ci pare pertanto non facile sostenere, sulla base di quanto contenuto nel D.L. 23/2020, che il concordato in continuità non sia una procedura concorsuale ai fini delle speciali agevolazioni per le imprese energivore.