Forum FALLIMENTI - CONCORDATO

Diritto di voto assemblea partecipata

  • Flavia Morazzi

    Piove di Sacco (PD)
    13/04/2020 14:06

    Diritto di voto assemblea partecipata

    Buongiorno,
    gradirei una vosta opinione sulla seguente fattispecie:
    La società Alfa srl in liquidazioneè stata ammessa al concordato preventivo liquidatorio, non è ancora stata celebrata l'adunanza dei creditori. Trai vari asset vi è una partecipazione del 49% in una srl denominata Beta. La società Beta srl ha convocato l'assemblea dei soci per deliberare su una proposta di ristrutturazione del proprio debito. La società Alfa in concordato necessita dell'autorizzazione del Tribunale per esprimere voto favorevolle?
    Ringrazio per la collaborazione.
    Cordiali saluti
    • Zucchetti SG

      14/04/2020 19:34

      RE: Diritto di voto assemblea partecipata

      Il secondo comma dell'art. 168 l. fall. stabilisce che "I mutui, anche sotto forma cambiaria, le transazioni, i compromessi, le alienazioni di beni immobili, le concessioni di ipoteche o di pegno, le fideiussioni, le rinunzie alle liti, le ricognizioni di diritti di terzi, le cancellazioni di ipoteche, le restituzioni di pegni, le accettazioni di eredità e di donazioni e in genere gli atti eccedenti la ordinaria amministrazione, compiuti senza l'autorizzazione scritta del giudice delegato, sono inefficaci rispetto ai creditori anteriori al concordato".
      Ci sembra che decidere sulla ristrutturazione del proprio debito sia un atto di straordinaria amministrazione, per cui anche il voto su una decisione del genere da parte dei soci è da considerare atto della stessa natura, che abbisogna, pertanto, dell'autorizzazione del giudice delegato.
      Zucchetti Sg srl