Forum FALLIMENTI - CONCORDATO

Sas in conc. prev. con decesso dell'accomandatario

  • Barbara Tampieri

    Forli (FC)
    24/02/2021 15:23

    Sas in conc. prev. con decesso dell'accomandatario

    Una Sas, formata da un socio accomandante ed un socio accomandatario, è in concordato preventivo liquidatorio. Il socio accomandatario decede, venendo così meno sia il legale rappresentante sia la pluralità dei soci.
    Credo che, visto la natura del concordato preventivo, diversa da quella di un fallimento, sarebbe necessario ricostituire la pluralità dei soci ed un nuovo legale rappresentante. Purtroppo però non ci sono le condizioni, e cioè non ci sono altre persone con cui ricostituire la pluralità dei soci, nè il socio accomandante è disposto ad assumere la qualifica di imprenditore individuale. Come si può fare a vs parere?
    • Zucchetti SG

      24/02/2021 19:19

      RE: Sas in conc. prev. con decesso dell'accomandatario

      La mancata ricostruzione della pluralità dei soci nel termine di sei mesi determina, a norma dell'art. 2323 c.c., lo scioglimento della sas, non essendo applicabile alla fattispecie l'art. 182 sexies l. fall. che non richiama la norma citata per la sas.
      Questo è l'unico dato chiaro e pacifico, perché come poi gestire la coesistenza tra la liquidazione societaria e quella concordataria è tutto da inventare. A nostro avviso si dovrebbe egualmente pervenire alla nomina di un liquidatore della società, che dovrà assumere la veste di legale rappresentante e nel frattempo potrebbe proseguire il concordato liquidatorio che provvede, in sostituzione del liquidatore, alla liquidazione dei beni della società.
      Il decesso del socio accomandatario pone anche un altro problema di una attenta valutazione della fattibilità del concordato perché in caso di futuro fallimento della società non potrà essere dichiarato il fallimento del socio accomandatario se è decorso un anno dalla sua dipartita.
      Zucchetti Sg srl