Forum FALLIMENTI - CONCORDATO

Annotazione ex. art 170 l.f.

  • Paolo Arturo Maifrè

    Tirano (SO)
    08/01/2021 09:36

    Annotazione ex. art 170 l.f.

    Buongiorno, sono stato "confermato" commissario giudiziale in un concordato con riserva nel decreto di ammissione alla procedura, avvenuto dopo la il deposito della proposta concordataria.
    Nel decreto di ammissione si ordina alla società ricorrente di depositare "immediatamente" al Commissario Giudiziale le scritture contabili per gli adempimenti di annotazione in oggetto, e di consegnare entro sette giorni copia informatica delle scritture contabili e fiscali obbligatore.
    Qual è, all'atto pratico, la modalità di annotazione? Posto che l'art. 170 prevede che la setta debba essere fatta dal G.D.? E' sufficiente che tale annotazione venga "delegata" al depositario delle scritture contabili? A livello pratico, su quali libri contabili va effettuata l'annotazione posto che nella domanda, non essendoci più l'obbligo, non sono stati presentati i libri? Grazie
    • Zucchetti SG

      08/01/2021 19:26

      RE: Annotazione ex. art 170 l.f.

      E' noto che l'art. 161 l.fall. non prevede più, per il proponente, l'obbligo di deposito delle scritture contabili, la cui regolare tenuta non costituisce più condizione di ammissibilità, di modo che l'art. 170 non è coordinato con la norma che regola il contenuto del ricorso per l'accesso al concordato preventivo. Tuttavia la norma ha ancora una sua utilità c.d. cautelare in quanto l'annotazione sulle scritture medesime del decreto di ammissione alla procedura di concordato, consente di distinguere le registrazioni anteriori da quelle successive all'evento (Cass. 15/10/2013, n. 23387) ed, in tal modo ci di impedire eventuali alterazioni delle scritture stesse. Essa, infatti consiste nella annotazione sulle scritture medesime del decreto di ammissione alla procedura di concordato, in modo da creare una cesura fra la fase dell'impresa anteriore al concordato e quella successiva alla sua ammissione.
      L'ordine di consegna al commissario delle scritture- che sono il libro giornale e il libro degli inventari (art. 2214, comma 1, c.c.) nonché le altre scritture contabili correlate alla natura e alle dimensioni dell'impresa (art. 2114, comma 2, c.c.), nel mentre è dubbio se la norma riguardi anche i libri sociali di cui agli artt. 2421 e 2478, posto che essi contribuiscono alla ricostruzione delle vicende economico-finanziarie dell'impresa- non significa che alla annotazione debba provvedere il commissario, in quanto tale compito è (anacronisticamente) riservato al giudice delegato dalla norma in esame ( l'art. 103 del nuovo CCI, lo attribuisce al commissario); dipende poi dalla parassi dei singoli uffici se la materiale annotazione la esegua il giudice o il commissario.
      Zucchetti SG srl
      • Paolo Arturo Maifrè

        Tirano (SO)
        09/01/2021 09:45

        RE: RE: Annotazione ex. art 170 l.f.

        Grazie per la risposta.