Forum FALLIMENTI - CONCORDATO

riparto concordato

  • Massimo Cinesi

    Viterbo
    07/07/2020 20:29

    riparto concordato

    Buonasera, in caso di contestazione di un piano di riparto finale in un concordato liquidatorio, vi sono dei termini per il giudizio di cognizione da parte del creditori. Il liquidatore al fine di chiudere la procedura può mettere in mora il creditore per l'inizio del giudizio di cognizione. Ovvero Vi sono strumenti per uscire dallo stallo ed evitare una distruzione che potrebbe successivamente essere giudizialmente contestata? Vi ringrazio della cortese attenzione
    • Zucchetti SG

      08/07/2020 18:55

      RE: riparto concordato

      Riteniamo che lei si riferisca all'ipotesi in cui siano sorte contestazione tra lei liquidatore e un creditore circa l'entità o la collocazione del credito in vista del riparto finale. In tal caso, la via più corretta sarebbe quella che il liquidatore promuovesse un giudizio di accertamento negativo del credito vantato dal terzo.
      Tuttavia potrebbe evitare questa iniziativa comunicando al creditore le ragioni per cui contesta il credito o la collocazione e lo avverte che, in caso di mancata promozione di un giudizio di accertamento dello stesso credito entro un certo termine (almeno tre mesi) procederà al riparto secondo quanto da lei ritenuto; vedrà che sarà il creditore, a quetso punto a muoversi. Il rischio di questa via è che il creditore non le risponda e inizi il giudizio dopo la scadenza del termine e prima della conclusione del riparto, che potrebbe bloccare l'esaurimento delle operazioni.
      Se, invece, le contestazioni sono sorte all'interno di un riparto già presentato, allora bisogna vedere se il piano o il decreto di omologa preveda qualcosa in ordine ai riparti. Se, ad esempio è previsto che l'attivo va ripartito secondo le norme fallimentari, allora il creditore dovrebbe presentare il reclamo previsto dal terzo comma dell'art. 110 e in quella sede potrebbe trovarsi una soluzione, altrimenti l'accertamento del credito deve seguire comunque le vie ordinarie, su iniziativa o del creditore in via accertamento positivo o del liquidatore in via di accertamento negativo del credito.
      Zucchetti SG srl