Forum FALLIMENTI - VARIE

Estensione fallimento a Super società di fatto

  • Linda Priori

    Siena
    22/04/2021 14:00

    Estensione fallimento a Super società di fatto

    Buongiorno,
    la società A Srl dichiarata fallita nel 2019 è risultata essere stata privata di tutti i beni e del personale a favore della società B Srl. Nessun documento è mai stato rinvenuto, i soci hanno venduto le quote ad un prestanome quando tutto ciò che aveva valore ormai era stato sottratto.
    Essendo presenti i presupposti è stato richiesto ed ottenuto l'estensione del fallimento alla supersocietà di fatto costituita dalla società A, B, e dai soci in questo caso ritenuti illimitatamente responsabili.
    Nella sentenza dichiarativa dell'estensione del fallimento il Tribunale ha provveduto a nominare un nuovo curatore per la società B e per i soci. Che ruolo svolge a questo punto il curatore della società A che non ha mai rinvenuto nulla (documenti o beni)?
    E' corretto nominare un nuovo curatore? Dalla lettura dell'articolo 147 LF, sembrerebbe di capire che la procedura diventa unica senza la nomina di ulteriori professionisti.

    Grazie per l'aiuto

    LP
    • Zucchetti SG

      22/04/2021 19:52

      RE: Estensione fallimento a Super società di fatto

      Nel ricostruire la vicenda dobbiamo presumere che, dopo la dichiarazione di fallimento di A srl, cui è stato nominato lei come curatore, è stata individuata una supersocietà di fatto tra A srl, B srl e i soci delle stesse, e quindi è stato dichiarato, ai sensi del quinto comma dedll'art. 147 l. fall., il fallimento di detta supersocietà di fatto e dei soci, che dovrebbero essere, oltre ad A srl, già dichiarato fallito, B srl e le altre persone fisiche, soci di A e/o di B. Per tutti questi fallimenti è stato nominato un nuovo curatore, ferma restando la sua nomina quale curatore del fallimento della srl A, non essendo intervenuta alcuna revoca..
      Se le cose stanno così, pensiamo che il tribunale sia incorso in un errore in quanto il primo comma dell'art. 148 l. fall. dispone che in caso di dichiarazione di fallimento di società e dei soci illimitatamente responsabili, "il tribunale nomina, sia per il fallimento della società, sia per quello dei soci un solo giudice delegato e un solo curatore, pur rimanendo distinte le diverse procedure".
      Essendo abbastanza anomalo che esista un curatore per il fallimento della società e di alcuni soci e altro curatore per il fallimento di altro socio, converrebbe fare una istanza al tribunale, tramite il giudice delegato, perché corregga la situazione, chiarendo chi sia il curatore di tutti i fallimenti o se bisogna intendere che sia stata fatta una nomina plurima, per cui entrambi siete curatori di tutti i fallimenti dichiarati.
      Zucchetti SG srl
      • Linda Priori

        Siena
        30/04/2021 13:31

        RE: RE: Estensione fallimento a Super società di fatto

        Vi ringrazio.
        Spiego meglio la situazione poichè ho ricevuto a proposito una risposta dal giudice ed ho necessità che venga interpretata anche da una persona terza.
        La società A Srl di cui io sono curatore era di proprietà del Sig. Rossi il quale, dopo averla svuotata sia dei beni che del personale, ha ceduto la sua quota al Sig. Bianchi risultato irreperibile (un prestanome, in sintesi). Il Sig. Rossi al momento della cessione della quota sociale è divenuto dipendente in una società identica, la B Srl ( a cui ha fatto confluire tutti i beni della società A) di proprietà della compagna di quest'ultimo e in cui si ritrovano oggi i beni ed i dipendenti della vecchia società A.
        Il fallimento in estensione è stato accolto.
        E' stato nominato un nuovo curatore per la società B e per i due signori.
        Alle mie perplessità il GD mi risponde in via informale che probabilmente è stato nominato un nuovo curatore in quanto vi erano delle incompatibilità da parte mia in relazione agli interessi dei falliti e che nulla può fare in merito alla decisione ormai presa dal Collegio.
        Non riesco ad individuare quali possano essere le mie incompatibilità nè riesco a questo punto a stabilire quale sia la strada più giusta da intraprendere assieme all'altro curatore.

        Vi ringrazio per l'aiuto

        LP
        • Zucchetti SG

          30/04/2021 19:53

          RE: RE: RE: Estensione fallimento a Super società di fatto

          Non possiamo sapere noi quali sono le incompatibilità cui ha fatto riferimento il giudice e sarebbe stato meglio che il tribunale avesse scelto una delle alternative che avevamo proposto. A questo punto la situazione è difficilmente gestibile perché alla fin fine lei dovrebbe fare solo lo sttao passivo dei crediti verso A srl, che essendo una società non sono crediti o debiti personali, ma dcomerciali e quindi della società di fatto; A srl, inoltre, non ha un attivo perché, come lei ha detto, la società è stata svuotata né puà proporre revocatorie nei confronti di Bsrl, essendo anche questa fallita. Le si offre in tal modo una occasione per fare una bella figura con il giudice e il tribunale, rinunciando all'incarico, che alla luce di quanto sopra, le apporterà al massimo l'introito minimo di legge a carico dell'Erario. Potrebbe, fare una comunicazione al giudice delegato, con cui, premessa la situazione che si è determinata dell'estensione del fallimento e della nomina di un altro curatore, dato atto che la presenza di un curatore per il solo fallimento si A srl potrebbe essere di intralcio al regolare sviluppo procedurale del più complesso fallimento della sdf e degli altri soci, dichiara di rinunciare all'incarico in modo che possa essere nominato per il fallimento di A srl lo stesso curatore della sdf., ringraziando per la fiducia accordata e dichiarando la sua disponibilità per altri incarichi. Il giudice e il tribunale dovrebbe ro apprezzare il beau geste.
          Zucchetti Sg srl