Forum CRISI D'IMPRESA E DELL'INSOLVENZA

Sovraindebitamento ex l. 3/2012

  • Umberto Di Pede

    MATERA
    20/02/2020 17:26

    Sovraindebitamento ex l. 3/2012

    Nei procedimenti da sovraindebitamento ex l. 3/2012, il gestore della crisi nominato dal Giudice può chiedere un acconto al debitore a titolo di compenso? O deve necessariamente inserire l'importo in prededuzione nella proposta di accordo? E, in tale seconda ipotesi, laddove ottenesse il pagamento anticipato, a quali conseguenze andrebbe incontro?
    Dott.Umberto Di Pede - Matera
    • Zucchetti SG

      21/02/2020 19:25

      RE: Sovraindebitamento ex l. 3/2012

      L'art. 15 del d.m. 24 settembre 2014 n.202, che detta i criteri per la determinanzione del compenso agli OCC, a comma secondo prevede espressamente che "Sono ammessi acconti sul compenso finale e la Cassazione di recente (Cass. 19 dicembre 2019, n. 34105) ha statuito che "In tema di composizione della crisi da sovraindebitamento di cui alla legge n. 3 del 2012, il giudice non può, in assenza di una specifica norma che lo consenta, imporre al debitore, a pena di inammissibilità, il deposito preventivo di una somma per le spese che si presumono necessarie ai fini della procedura, potendo semmai disporre acconti sul compenso finale spettante all'organismo di composizione della crisi, ai sensi dell'art. 15 del d.m. 24 settembre 2014, n. 202, tenendo conto delle circostanze concrete e, in particolare, della consistenza dei beni e dei redditi del debitore in vista della fattibilità della proposta di accordo o del piano del consumatore, anche ai sensi dell'art. 8, comma 2, della legge n. 3 del 2012".
      Zucchetti SG srl