Forum CRISI D'IMPRESA E DELL'INSOLVENZA

Liquidazione patrimonio - requisito di non fallibilità

  • Roberto Bussani

    trieste
    16/04/2020 15:09

    Liquidazione patrimonio - requisito di non fallibilità

    Un soggetto (già titolare partita iva ed iscritto quale commerciante al Registro Imprese con posizione chiusa il 30/11/2019) avanza domanda di liquidazione del patrimonio ex art. 14 ter. Tale soggetto in attività aveva adottato la contabilità semplificata; da verifiche effettuate risultano ampiamente sottosoglia i requisiti dei ricavi triennali e dell'indebitamento complessivo. Non avendo tenuto la contabilità ordinaria, non risulta possibile ricostruire lo stato patrimoniale (anche se, seppur in via di approssimazione, il totale attivo appare largamente inferiore ad € 300.000 e tale situazione appare proietabile nel triennio). Si chiede cortesemente quale attestazione (o quale documentazione ulteriore) dovrebbe acquisire l'OCC per verificare il requisito di non fallibilità?

    Cordiali saluti
    • Zucchetti SG

      17/04/2020 20:50

      RE: Liquidazione patrimonio - requisito di non fallibilità

      Sulla materia specifica del sovraindebitamento non si trova molto nel mentre la giurisprudenza si è esercitata in sede di istruttoria prefallimentare ove, a proposito della situazione patrimoniale, si è detto che l'imprenditore individuale, anche se non è tenuto al deposito di bilanci, è obbligato a depositare tutti i documenti contabili che consentano l'accesso ad una chiara, trasparente, completa della sua situazione economica, finanziaria e contabile (Trib. Novara 23 giungo 2011) e che fra i documenti utili per dimostrare che non sono state superate le soglie previste dall'articolo 1 l. fall. ci sono le dichiarazioni dei redditi (Cass. 16 giugno 2016), i modelli Unici Iva, visure catastali, dalla conservatoria immobiliare e dal Pra (Trib. Napoli 21 aprile 2010).
      Il problema è che succede se la documentazione non è ritenuta sufficiente a dimostrare la non fallibilità; in sede fallimentare si è detto sia che il giudice possa di sua iniziativa andare alla ricerca delle prove mancanti per evitare di pronunciare fallimenti antieconomici (App. Bari 25 gennaio 2010) sia che se la contabilità semplificata non consente di avere dati sufficienti, il giudice dovrà dichiarare il fallimento senza doversi mettere lui alla ricerca delle prove mancanti (App. Torino 7 ottobre 2010). Nella liquidazione del patrimonio la formulazione dell'art. 14 quinquies lascia intendere che prevalga questa seconda soluzione, per cui in mancanza di una idonea prova si trovarsi sotto soglia non possa essere aperta la procedura.
      Zucchetti SG srl