Forum FALLIMENTI - PASSIVO E RIVENDICHE

insinuazione avvocato procedura

  • Mara Rinaldi

    cervia (RA)
    13/03/2020 12:59

    insinuazione avvocato procedura

    Buongiorno
    in una procedura concorsuale l'avvocato della fallita si insinua in privilegio ex art. 2751 bis 2) per le diverse pratiche legali di cui aveva ricevuto incarico, pratiche tutte interrotte con la dichiarazione di fallimento.
    Per una di queste pratiche lo stesso avvocato è stato autorizzato dal GD a riassumere e proseguire il giudizio.
    In questo caso relativamente a questa pratica si configura una continuazione del mandato e quindi verrà pagato per intero in prededuzione? se così fosse devo per questa pratica non procedere alla ammissione allo stato passivo
    grazie
    • Zucchetti SG

      13/03/2020 19:52

      RE: insinuazione avvocato procedura

      Dovrebbe essere l'avvocato a ritirare la propria domanda relativa al compenso per la pratica per la quale gli è stato rinnovato il mandato dalla curatela in considerazione del fatto che la continuazione del rapporto professionale continuativo trasforma l'intero crredito in prededucibile. Se l'avvocato lascia la sua domanda per la parte di lavoro antecedente al fallimento, evidentemente ha inteso scindere il rapporto precedente da quello successivo, per cui lei quale curatore, esamina la domanda presentata riconoscendo il privilegio di cui all'art. 2751bis, n. 2 c.c., e poi la parte successiva sarà pagata in chirografo.
      Zucchetti Sg srl